AMICIZIA TRA ANIMALI

C’era una volta, un gruppo di amici che amanti degli animali, vollero invalidare una diceria.

A detta dell’uomo la vicinanza tra animali di diverse specie, poteva creare tanti problemi ed innescare baruffe e diatribe.

Infatti si asseriva che tra cane e gatto, vi fosse dell’antagonismo viscerale e quindi la loro incompatibilità a frequentarsi e tantomeno ad avvicinarsi era data come dato di fatto.

Quindi cane e gatto Amici o Nemici?

No assolutamente no!!

Cane e Gatto spesso sbagliano il tipo di approccio e quindi di comunicazione e questo innesca un meccanismo di difesa.

Spesso gli animali, hanno bisogno di socializzare e di solito preferiscono avvicinarsi a razze diverse dalla propria.

Molti anni fa, un gruppo di amici volle intraprendere un esperimento.

Gastone aveva ereditato dal nonno un podere in campagna e amante degli animali decise con delle amiche di allevare insieme varie specie.

Il gruppo di ragazzi, era intenzionato a dimostrare che specie diverse di animali in cattività o in libertà non avrebbero cambiato atteggiamenti o carattere

Annabella portò con sé in campagna una piccola gabbietta dove all’interno un nuovo animaletto avrebbe popolato quella gioiosa combriccola: UNA CAVIA pelosetta.

La cavia messa in libertà, si guardò in giro perlustrò il giardino e poi quatta quatta, a piccoli passi si avvicinò ad ACHILLE che dapprima la osservò attentamente ed in un secondo tempo, le si avvicinò e dopo averla “slenguazzata” in segno d’amicizia si accucciò vicino.

Di lì a pochi giorni i due erano inseparabili e facevano ridere tutti per quanto era ridicolo vedere un cane con in groppa una cavia.

Gulliver era un S. Bernardo di un anno e benché fosse stato educato alla pacatezza e a dominare la sua irruenza, lui al contrario era esattamente l’emblema dell’esuberanza.

Gulliver arrivato al podere iniziò a correre, s’intrufolò in ogni anfratto sino ad arrivare ad una piccola stalla dove dimoravano delle capre.

Mamma Capra era distesa sul pagliericcio e stava partorendo.

Gulliver con il suo testone le si avvicina e dice:

“Ragazza Tutto ok!! Hai bisogno d’aiuto?”

La Capra incavolatissima per il momento assai particolare disse con voce traballante:

“Nooon  ne posssssso piùùùùù aiuuuuto!!”

Gulliver aprì la bocca ed afferrò le minuscole gambette del nascituro.

In pochi attimi un cucciolo di capra venne al mondo.

Mamma Capra ringraziò il cagnone e dopo aver allattato il capretto chiese nuovamente aiuto e si rivolse a Gulliver:

“Gulliver io non posso allevare il mio figliolo e te lo affido, mi mancano le forze e dopo aver chiuso gli occhi cadde e morì”

Gulliver non si capacitava dell’accaduto ma una grossa responsabilità ora ricadeva sulle sue possenti spalle.

Senza pensarci troppo afferrò il capretto e se lo portò nella sua cuccia che era stata posizionata in cucina vicino al frigo.

Nel frattempo, i ragazzi prepararono vere leccornie per tutti: Cani, Gatti, Cavie, cavalli….

Minny posizionatasi sotto il tavolo allattò GAIA per poi schiacciare un pisolino vicino al suo compagno Geo.

Nella fattoria tutto sembrava avere un ordine preciso e gli animali convivevano in armonia.

Non diatribe, non lotte, ma coccole tra esseri estremamente diversi rendevano l’esperimento di Gastone e dei suoi compagni una vera vittoria.

Rochi e la micia di zia Sofia, dopo essersi guardati a lungo decisero di perlustrare il cortile camminando fianco a fianco sotto la luna e rinsaldando quel rapporto d’amicizia tanto strano per gli umani.

L’amicizia è il fidarsi l’uno dell’altro ed è un valore importantissimo e che nulla a vedere con i conoscenti con cui non ti puoi fidare.

Animali ed esseri Umani hanno da sempre affinità che li unisce ed altre che li divide, ma la natura, l’istinto spesso prevale e come negli animali forse dovremmo imparare da loro.

A differenza degli uomini gli animali non sono superbi o vendicativi ma si comportano con naturalezza; questo spesso determina una corresponsione a relazionarsi in modo amichevole con altre specie.

Spesso questo avviene quando animali diversi sin da cuccioli vengano allevati insieme ma la natura a volte ci fornisce situazioni d’amicizia tra animali che l’uomo seppur fornito d’intelletto non riesce a comprendere.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Rispondi